Quantcast

Tante medaglie per gli scalatori della Carchidio Strocchi a Marina di Ravenna nella “tana” dell’Istrice

Nella tappa di Marina di Ravenna organizzata dalla Società Istrice ASD, Gea Manetti (U12F) ha posto il quarto sigillo in quattro gare di campionato. La mini-atleta italo giapponese si è pertanto  aggiudicata, dopo il titolo di Boulder anche quello di Lead, diventando matematicamente anche Campionessa Regionale Assoluta ancor prima delle ultime due prove Speed.

L’altra vittoria è andata ad Alice Strocchi (U16F), che si è laureata Campionessa Regionale di specialità Lead assieme a Sofia Marsigli (U18F) al secondo posto di giornata, tradita dal freddo alle mani al quale ha resistito fino alla penultima presa, in una giornata non proprio primaverile.

Argento anche per Sara Strocchi (U14F), giunta fino alla superfinale di spareggio, dove ha conquistato il “Top” sommitale, ma con qualche secondo di ritardo rispetto alla vincitrice. Altro Argento per Ernesto Placci, fermato dal giudice per non aver passato l’ultimo rinvio di sicurezza quando stava per prendere la catena in cima alla via, disattenzione che gli è costata la vittoria certa. l’ultimo argento è andato alla velocista internazionale Giulia Randi (U20F), prestata per un giorno alla difficoltà, che è riuscita a contrastare un’atleta di spicco della nazionale Lead come la Forlivese Ludovica Merendi fino alla superfinale.

Altri piazzamenti  della Carchidio Strocchi sono stati ottenuti tutti al femminile fra le U14, da Allegra Luccaroni, Ginevra Castellari, Ilaria Parrucci e Gaia Randi.