Quantcast

Ravenna. I playout su Eleven Sports, le voci dei protagonisti

Eleven Sports comunica che sabato 15 maggio alle 17.30 inizierà la lotta per evitare la retrocessione in Serie D. Tre i playout in programma in Serie C (due nel girone B, uno nel girone C), tutti live su Eleven Sports, che per l’occasione ha sentito i principali protagonisti delle tre sfide.

RAVENNA-LEGNAGO
(vedi qui il servizio: https://www.elevensports.it/play/61254/ravenna—legnago-le-parole-dei-protagonisti/37/246/)

Il Ravenna ha agganciato il treno playout nel recupero dell’ultima giornata di campionato, grazie alla rete di Marcello Sereni. L’attaccante giallorosso ammette: “Abbiamo il morale alto, siamo riusciti a conquistare questa possibilità di giocare i playout quando tutti ci davano per spacciati. Abbiamo provato una grande soddisfazione e speriamo di averla regalata anche alla gente a casa. E’ stato molto bello che l’occasione sia capitata a me, ho tantissimo entusiasmo che vorrei trasmettere ai nostri tifosi e ai miei compagni. Sappiamo però che la strada per la salvezza è lunga, ma vogliamo toglierci ancora delle soddisfazioni”.

Beffato il Legnago che, nonostante la vittoria nell’ultimo turno, non ha potuto evitare la coda della post-season. Ma il tecnico dei veneti Giovanni Colella, arrivato due mesi fa in panchina, non si fascia la testa: “Ci arriviamo con grande serenità, abbiamo raggiunto quello che era il nostro obiettivo, visto che abbiamo sempre lavorato in funzione di un possibile playout. Siamo molto sereni, stiamo lavorando bene e lo affronteremo nello stesso modo in cui abbiamo preparato tutte le gare di campionato. Grande rispetto per il Ravenna, che ha meritato di avere questa ulteriore chance, agguantandola all’ultimo momento. Complimenti a loro, ma anche noi siamo pronti a giocarli al massimo”.

FANO-IMOLESE
(vedi qui il servizio: https://www.elevensports.it/play/61257/fano-imolese-numeri-e-stati-di-forma-delle-due-squadre/37/246/)

Nel Fano vigilia di apprensione a causa della positività di tre elementi del gruppo squadra, con l’attenzione che però resta rivolta sull’importante match di sabato. I marchigiani vogliono ripetere l’impresa dello scorso anno, quando si salvarono ai playout nonostante il penultimo posto in classifica.

Prosegue il silenzio stampa della squadra rossoblù, indetto dal presidente Spagnoli nella parte finale del campionato. L’Imolese è riuscita a guadagnare una posizione proprio sui marchigiani, in modo tale da disputare i playout con il vantaggio della classifica.

BISCEGLIE-PAGANESE
(vedi qui il servizio: https://www.elevensports.it/play/61260/ancora-loro-ai-playout-parola-ai-protagonisti-per-la-sfida-tra-bisceglie-e-paganese/38/249/)

Sarà il secondo confronto in tre stagioni fra nerazzurri e azzurrostellati. Due anni fa la classifica sorrideva al Bisceglie che effettivamente si salvò, stavolta è la Paganese a partire con il favore del pronostico che i pugliesi vorranno sovvertire nel match d’andata. Almeno questa è la speranza del direttore generale del Bisceglie, Paolo Tavano: “Dobbiamo affrontare 2 finali importanti, che sono importanti per la società, per Bisceglie, ma anche per gli stessi calciatori. I giocatori li ho visti durante gli allenamenti, e sono tutti ben motivati, sanno che vogliono arrivare a questo traguardo della salvezza. In queste partite di playoff e playout, è importante come si arriva con la testa, con le motivazioni giuste. Io mi auguro che il mister e lo staff stiano trasmettendo le motivazioni giuste ai ragazzi per affrontare questo rush finale”.

Dall’altra parte la Paganese non vuole lasciare spazio ai rivali, come afferma il centrocampista Matteo Zanini: “Noi ci stiamo allenando molto bene per arrivare pronti a questo primo appuntamento, che è quello che conta di più per noi. Ci siamo basati sui soliti concetti, quali l’aggressività, la qualità nella metà campo avversaria e il cercare di fare la partita. Il presidente è molto attaccato alla Paganese, e noi cercheremo in tutti i modi di salvare la Paganese per tutta la città e soprattutto per lui”.