Quantcast

Godo baseball: “dopo un altro anno molto faticoso, si ricomincia!”

Più informazioni su

“Si ricomincia! – annuncia con gioia Carlo Naldoni, Presidente ASD Godo baseball – Finalmente, dopo un altro anno molto faticoso e drammatico, causa COVID, ora che si ricomincia a vedere la luce in fondo al tunnel, riusciamo, anche quest’anno, a giocare il campionato nazionale di massima serie di baseball e ne siamo contenti, pur consapevoli di tutte le problematiche a questo legate. La formula di campionato 2021 è abbastanza complessa e andrà illustrata man mano che si svilupperà. Posso solo dire che è stata effettuata dalla FIBS una vera e propria rivoluzione: abolite A1 e A2, riunite le squadre delle due serie, in un’unica serie A. Le squadre saranno quindi 33 suddivise, nella fase iniziale, che possiamo chiamare di qualificazione, in 8 gironi da 4 squadre o meglio 7 da 4 squadre ed uno da cinque, essendo il numero delle squadre dispari. Chi vince questo girone (il nostro è il girone F e comprende il Ronchi dei Legionari, il Cervignano, due squadre friulane ed il Longbridge di Bologna) parteciperà alla fase successiva che definirà le due finaliste, quindi chi vincerà il campionato 2021. Tutte le altre squadre non qualificate, daranno luogo ai gironi che definiranno le retrocessioni”.
“Da come è stato impostato il campionato – avanza Naldoni – la sua durata sarà di poco più di tre mesi e consentirà di giocare un numero limitato di incontri con un minimo di 28 partite. Le partite torneranno ad essere di 9 inning ciascuna. Sicuramente la formula costringe le squadre a cercare di raggiungere i migliori risultati, girone per girone, fin dai primi gironi di qualificazione, per potere ambire a procedere ed evitare la giostra degli incontri per non retrocedere. La nostra squadra sarà basata sui nostri giocatori storici su cui sono stati innestati un paio di giocatori stranieri (un lanciatore venezuelano ed un battitore esterno delle Antille olandesi, di un certo valore) per renderla maggiormente competitivaA queste novità si aggiunge l’altra novità del cambio di allenatore: Stefano Naldoni, che è cresciuto, si è formato e ha giocato nel Godo baseball, quindi è ben conosciuto ed amalgamato con l’ambiente”.
“Non nascondiamo di certo che il mantenimento dell’impegno di giocare nella serie nazionale maggiore, oltretutto nell’anno in cui ricorre il 30mo della promozione in un campionato di serie A, nel quale militiamo ininterrottamente da allora: ciò ci riempie di orgoglio. A seguito della crisi Covid la preparazione dello stesso ha comportato, comporta e comporterà grossi sacrifici a tutti noi a cominciare dai dirigenti, dai volontari che ci aiutano e che non finiremo mai di ringraziare. Chiediamo ai nostri sostenitori ed agli amanti dello sport e del baseball in particolare della nostra zona, a cominciare da Godo e Russi, di sostenerci sia col proprio tifo, sia con le risorse che potranno metterci a disposizione. Noi riteniamo sia doveroso continuare ad onorare la storia della nostra società e della nostra squadra nel nome di tutti coloro che hanno contribuito, in questi decenni, a raggiungere e mantenere il livello di gioco sempre dimostrato e soprattutto la possibilità di continuare a formare giocatori con le nostre giovanili, a cominciare da Bill Holmberg che, purtroppo, ci ha lasciati ed a cui saremo sempre riconoscenti” prosegue Naldoni.
“E’ anche il secondo anno che, per garantire continuità formativa – avanza Naldoni – abbiamo concluso un accordo di franchigia col Ravenna baseball, in particolare mirato alle attività delle squadre giovanili, denominate Bizantina, e già i primi frutti si cominciano a vedere. Anche questa è un’attività  positiva, che dovrà essere mantenuta e rafforzata in futuro, per consentire proprio la continuità della nostra storia, ma che rischia di essere messa a rischio dal sempre minor numero di bambini che riusciamo a reclutare, anche a seguito della crisi delle nascite, che si ripercuote in particolare su realtà limitate come la nostra di Godo e dello stesso Comune di Russi. Augurando a tutti un grosso in bocca al lupo consentitemi di unire ai ringraziamenti per dirigenti, volontari, tifosi anche quelli alla pubblica amministrazione del Comune di Russi, a cominciare dalla Sindaca Valentina Palli, che ci segue ed asseconda sempre al massimo di quanto le è consentito”.
“Un’ultima informazione per i tifosi: le prime partite di domanisabato 22 maggio, purtroppo si dovranno ancora giocare a porte chiuse, esclusi i volontari ed i dirigenti autorizzati per consentirne lo svolgimento (contro i Black Panthers di Ronchi dei Legionari e saranno disputate alle 15.30 e 20.30 sul campo di Via Rivalona a Godo). Dal primo di giugno però le porte potranno essere aperte al 25% della capienza delle gradinate, quindi a 100 tifosi circa. Questo credo che consentirà a tutti coloro che normalmente ci seguono, di poter assistere alle successive partite e ne siamo particolarmente soddisfatti per loro e per noi. Tutte le partite casalinghe potranno essere seguite in streaming tramite il canale YOUTUBE: A.S.D BASEBALL SOFTBALL GODO. Per le partite fuori casa e quelle trasmesse dal canale ufficiale FIBSTV vi informeremo settimana per settimana. Di nuovo un bel in bocca al lupo a tutti e vi raccomandiamo di starci vicini e di supportarci, abbiamo bisogno di voi” chiude Naldoni.

 

Più informazioni su