Quantcast

Asd Leopodistica Faenza. Domenica 6 giugno 5° edizione del ‘Krash Trail con partenza e arrivo al campo sportivo di Errano

Più informazioni su

Dopo un anno di stop, ed uno slittamento dal 1° Maggio, finalmente si torna a correre sui sentieri di Romagna, con la quinta edizione del “Krash Trail”. E’ stata una ripartenza sofferta, dovuta all’incertezza dell’andamento pandemico, ma con caparbietà ed entusiasmo l’Asd Leopodistica Faenza è riuscita a confezionare un evento a numero ristretto, che presto ha visto volatilizzarsi i 400 pettorali di tetto massimo. Molti rimarranno a bocca asciutta, ma per il momento non si poteva fare diversamente, viste le disposizioni che il Coni ha diramato nei confronti della Uisp, Eps patrocinatore dalla gara.

Anche il format originale, da Brisighella a Faenza, è stato sacrificato per i noti problemi di trasporto, quindi si sono scelte due prove ad anello, con partenza ed arrivo al campo sportivo di Errano, messo gentilmente a disposizione dalla Polisportiva Zannoni. La partenza ad onde di 5 atleti ogni 20” (quasi come una cronometro) indossando la mascherina, garantisce la sicurezza del Protocollo anti-Covid, ed anche l’accesso al campo sportivo sarà riservato solo ad atleti ed addetti all’organizzazione. I percorsi, pur nuovi di zecca, ricopiano per lunghi tratti quelli originali, impreziositi dai sentieri in single track sui crinali ed i calanchi del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, sopra Brisighella. La maratona di km 43 (D+ 1.800 metri), scatterà alle 7 e scollinerà al Parco del Carnè, mentre alle 8,30 toccherà alla maratonina di km 24 (D+ 1.000 m.). Una volta tagliato il traguardo sarà necessario indossare di nuovo la mascherina (come alla partenza e ad ogni accesso delle zone ristoro), ritirando il pacco gara, dove purtroppo è previsto anche il pranzo, che un tempo era il pasta party di decantazione per raccontarsi gli episodi in gara.

Favoriti nella prova lunga la coppia, anche nella vita, Gianluca Galeati e Giada Golinelli, targati Leopodistica, e nella “short” Michael Timoncini e Daniela Valgimigli, anche loro romagnoli.

Tutta la manifestazione sarà ad “Impatto zero”, utilizzando contenitori biodegradabili, medaglie, abbigliamento in cotone bio, nessuna emissione di CO2 coi trasporti e promozione solo on line e non cartacea, nel progetto regionale “Primo è l’Ambiente”, che nel 2019 questa gara ha vinto a livello regionale. Tenere pulito il Pianeta sarà la nuova sfida globale degli anni 2000.

Un ringraziamento particolare va Hoka One One, Alce Nero, Il Melograno, Caviro, Reale Mutua, Seniogel, Natura Nuova, BlueBaj, BCC, Easy Car concessionaria Ford, Clai, Naturalmente Frutta, Outdoor&Trekking Store.

Più informazioni su