Quantcast

OraSì Ravenna fa canestro alla prima: porta a casa il derby di Supercoppa contro Unieuro Forlì

Più informazioni su

Buona la prima per l’OraSì Ravenna, che con una prestazione generosa porta a casa il derby di Supercoppa contro l’Unieuro Forlì (66-61). In un PalaCosta di nuovo ribollente di entusiasmo, davanti a circa 350 spettatori (il massimo consentito dalle normative), i ragazzi di coach Lotesoriere hanno lottato su ogni palla e portato a casa il successo in una partita punto a punto, che vale i primi due punti nel girone rosso.

I giallorossi, privi di Lewis Sullivan (atteso per le prossime ore a Ravenna) e di Andrea Arnaldo partono con Tilghman, Cinciarini, Denegri, Oxilia, Simioni. Il derby propone subito buoni ritmi, Forlì scatta 2-6 poi tre triple consecutive dei giallorossi con Tilghman, Denegri e Cinciarini valgono il contro parziale OraSì (11-8 al 4′). Ravenna arriva a +7 con Cinciarini e Simioni e dopo quasi due anni si sentono i primi cori dei tifosi che accompagnano la circolazione di palla dei ragazzi di Lotesoriere. Berdini risponde a Giachetti, primi minuti anche per Giovannelli che mette la tripla del 20-12. Un pimpante primo quarto si chiude 22-15 tra gli applausi del PalaCosta. L’OraSì riparte con una buona difesa di squadra e un 2+1 di Oxilia per il 28-21. Segue una fase favorevole agli ospiti, che sfruttano il gioco da sotto e chiudono all’intervallo lungo avanti sul 29-32.

Difese protagoniste in avvio di terzo quarto poi Cinciarini “buca” la retina con le triple del pareggio e del sorpasso (35-34 al 24′). Ravenna lotta su ogni pallone e non lascia tiri facili, poi quattro punti consecutivi di Tilghman valgono il +5 giallorosso. Alla tripla di Pullazi risponde quella di Simioni che fa esplodere il Costa, timeout Dell’Agnello (42-37′ al 28′).  Nell’ultimo minuto spazio anche al giovane Ciadini e all’ultima pausa l’OraSì tiene il naso avanti 44-41.

Apre l’ultimo quarto la tripla di Denegri, imitato da Carroll. Il botta e risposta tra le due squadre prosegue e la partita resta in grande equilibrio. Una magia di Cinciarini allo scadere dei 24” e un tap in di Oxilia valgono il 54-47 al 35′ per il nuovo timeout ospite.  In un attimo Forlì torna a -2 e questa volta è Lotesoriere a chiamare la sospensione. L’inerzia cambia velocemente, arrivano due rubate consecutive dell’OraSì che ne mette sei consecutivi (60-52). La partita non ha un attimo di sosta, Forlì risale fino al 60-58 poi Gazzotti da sotto (62-58). La bomba di Giachetti vale il 62-61, ultimo minuto di grande intensità, Forlì sbaglia e Cinciarini dalla lunetta mette i liberi della vittoria. Finisce 66-61, il derby è giallorosso!

Il commento di coach Lotesoriere: “Sono molto contento della vittoria e della prestazione, ci tenevamo a fare bene fin dalla prima partita e ci siamo riusciti buttando il cuore oltre l’ostacolo. Mi piacerebbe che lo spirito, l’intensità e la voglia di stasera fossero il nostro marchio di fabbrica, sempre. Sappiamo di avere meno talento e qualche rotazione in meno rispetto a tante squadre ma dobbiamo cercare di colmare questo gap dando il massimo ogni volta, onorando la maglia e rendendo felici i nostri tifosi. Ci sono tante cose da migliorare ma se l’approccio sarà questo, troveremo giovamento in campo sulle cose su cui stiamo lavorando”.

OraSì 2021-2022

OraSì Ravenna – Unieuro Forlì 66-61 (22-15, 29-32, 44-41)

OraSì Ravenna: Tilghman 13, Berdini 7, Cinciarini 20, Gazzotti 5, Arnaldo NE, Galletti NE, Laghi NE, Denegri 8, Giovannelli 3, Oxilia 5, Ciadini, Simioni 5. All.: Lotesoriere. Assistenti: Zambelli, Villani.

Unieuro Forlì: Giachetti 6, Natali 5, Palumbo, 4 Bolpin 8, Hayes NE, Bandini NE, Ndour NE, Benvenuti 4, Carroll Jr 7, Bruttini 13, Pullazi 14. All.: Dell’Agnello

 

Più informazioni su