Quantcast

Faenza. Tra Raggisolaris e Pielle Livorno c’è in palio la Final Eight di Supercoppa

Più informazioni su

Il PalaCattani sarà il teatro dell’ultimo atto del girone A di Supercoppa dove domenica alle 18 in palio ci sarà l’accesso alla Final Eight in programma a Lignano Sabbiadoro dal 24 al 26 settembre. Un obiettivo che i Raggisolaris vogliono centrare, ma non sarà semplice superare la Unicusano Livorno, neopromossa che da ottava e ultima testa di serie ha compiuto un cammino perfetto raggiungendo la finale.

PREVENDITA-I biglietti per questa partita, dal costo unico di 10 euro per tutti i settori, si possono acquistare domenica alla biglietteria del PalaCattani dalle 17 oppure on line sul circuito LiveTicket.

L’AVVERSARIO-Neopromossa di fatto, ma non certamente di nome. La Pielle Livorno è una società storica della pallacanestro italiana fondata nel 1960, che nei suoi tanti anni di vita ha militato anche in serie A1, raggiungendo i quarti di finale dei play off scudetto. Alcune vicissitudini l’hanno portata nel 2000 a ripartire dalla Promozione, da dove ha iniziato una risalita culminata la scorsa estate con il salto in serie B. L’impatto nella nuova categoria è stato più che positivo come dimostra il cammino in Supercoppa, dove da ottava e ultima testa di serie del girone A ha raggiunto la finale eliminando i cugini della Libertas (70-60) e Firenze (68-56).

Merito anche del roster competitivo dove spiccano esperienza e qualità, a testimonianza delle ambizioni che ha la società di farsi valere anche nel terzo campionato nazionale. Alla guida è stato confermato coach Andrea Da Prato e insieme a lui sono rimasti il playmaker Tommaso Tempestini, secondo miglior marcatore in Supercoppa dei suoi con 12 punti di media, il play\guardia Riccardo Iardella e l’ala\pivot Michael Lemmi.

Gli innesti sono tutti da valore a cominciare dal centro Giovanni Lenti, nella scorsa stagione ad Olginate, autore di 20 punti di media in Supercoppa e da Riccardo Pederzini (10.5 di media) arrivato da Crema e con una lunga carriera in B dove spicca anche la promozione in A2 con la Pallacanestro 2.015 Forlì nel 2015/16 dove c’era anche Alberto Serra come vice allenatore. Tanta esperienza la portano anche l’ala Gabriele Fin, ex Bologna Basket 2016, e Leonardo Salvadori, ala\pivot arrivata dai cugini della Libertas. Molto interessante è Gian Marco Drocker, play\guardia classe 2001 proveniente da Crema, già messosi in luce con 10 punti di media.

Completano il reparto under la guardia Leonardo Nannipieri (classe 2002), in rosa anche nella scorsa stagione, il centro Filippo Di Sacco (2001), ex Basket Lucca (C Gold Toscana) e Filippo Paoli, play del 2001 ex Don Bosco Livorno in C Gold Toscana.

IL PREPARTITA– “Ho tanti bellissimi ricordi legati a Livorno – spiega il Team Manager, Simone Pierich -, perché in quella città ho debuttato in serie A1 con la maglia della Mabo. Il nostro derby cittadino era proprio contro la Pielle e anche a livello juniores era una sfida molto sentita, ma del resto Livorno è una città appassionata di pallacanestro che ha scritto pagine importanti di storia. Lo si è visto nell’ultimo derby di Supercoppa contro la Libertas dove c’era tantissima gente sugli spalti. La Pielle è una neopromossa soltanto perché era in C Gold lo scorso anno: ha infatti un roster molto competitivo ed una società che lavora molto bene con il settore giovanile. Guardando i singoli ci sono giocatori come Lenti e Pederzini che da anni sono protagonisti in B, ma credo che sia il gruppo la vera forza e poi sono allenati da un bravo allenatore come Da Prato che conosco bene avendolo avuto anni fa. Anche noi ci presenteremo alla partita con tanto entusiasmo, ben sapendo che giocheremo una finale, ma anche che dovremo affrontarla con il giusto spirito e con la massima tranquillità. Tutti i giocatori sanno fare le cose che abbiamo preparato in settimana e dunque bisognerà essere sereni e non demoralizzarsi davanti al primo errore, perché ci sono le basi per giocare una buona gara. Partite come queste vanno vissute con entusiasmo e in campo bisogna pensare soltanto a divertirsi. Sono certo che anche il pubblico ci darà una mano per conquistare un traguardo importante come la Final Eight di Supercoppa”.

Più informazioni su