Quantcast

OraSì esce dalla Supercoppa sconfitta da Tramec Cento. Bene l’inserimento di Sullivan

Più informazioni su

L’OraSì Ravenna perde contro la Tramec Cento 74-82 e termina il suo percorso in Supercoppa, ma registra il positivo esordio stagionale di Lewis Sullivan (top scorer con 15 punti e 6 rimbalzi) e il rientro di Andrea Arnaldo dopo il problema alla caviglia. Partita equilibrata per due tempi, poi il break ospite nel terzo a cui l’OraSì ha risposto con una bella rimonta che si è interrotta solo nel finale.

L’OraSì parte con Arnaldo insieme a Tilghman, Cinciarini, Oxilia e Simioni. Buoni ritmi ed equilibrio tra le squadre che non prendono mai più di tre punti di margine, il punteggio è basso ma Ravenna manda a referto sei giocatori e dopo nove minuti fa il suo esordio anche Lewis Sullivan tra gli applausi del “Costa”.  Un vivace primo quarto termina 15-14.
In apertura di secondo parziale arrivano i primi canestri dal campo di Sullivan che portano Ravenna sul 21-16, timeout Cento. Le triple in serie di Tommasini, James e Barnes valgono il soprasso ospite (25-32) e stavolta è Lotesoriere a chiamare la sospensione per scuotere i suoi. Il pubblico si fa sentire, Cinciarini e Oxilia riportano sotto i giallorossi e una tripla del capitano ricuce ulteriormente (32-34). Nel finale il 2+1 di James e la tripla di Oxilia sulla sirena mandano le squadre all’intervallo lungo sul 35-37.

La sfida riparte a suon di triple, Cinciarini e Denegri da una parte, Barnes e Dellosto dall’altra. Tommasini tiene avanti i suoi, Sullivan e Simioni rispondono da sotto per il 46-47. Cento è infallibile dall’arco e scava il solco che si rivelerà decisivo con Gasparin e Ranuzzi, l’ultimo canestro del quarto è di Cinciarini per il 51-64.
Negli ultimi dieci minuti l’OraSì scivola anche a -18 poi inizia una grande rimonta, prima con cinque punti propiziati da Denegri (tripla, rubata e assist), poi con i canestri di Simioni, Sullivan, Oxilia e Cinciarini. I giallorossi concedono solo tiri contestati agli avversari e riportano il passivo sotto la doppia cifra a due minuti dalla fine con la tripla di Tilghman (69-78). Mecacci chiama timeout, Ravenna ha ancora la forza di risalire fino al -6 con il suo capitano ma non basta, Cento chiude 74-82 e va alla Final Eight di Supercoppa.

Il commento di coach Alessandro Lotesoriere: “Complimenti a Cento che si è qualificata alle fasi finali della prima competizione stagionale mostrando un buon livello di gioco e coesione di squadra. Noi abbiamo sbagliato l’approccio difensivo nel secondo e terzo quarto e concesso troppe situazioni facili ai nostri avversari, che sono stati bravi a capitalizzare. Queste partite servono a farci capire dove dobbiamo migliorare e a vivere determinate situazioni per costruire il nostro vissuto.
Il segnale positivo è che questa sera è stata la seconda volta in cui eravamo tutti insieme dopo l’allenamento di venerdì. Il rientro di Arnaldo e l’inserimento di Sullivan ci permetteranno di lavorare per accrescere la nostra intensità, cercare nuovi equilibri e aumentare le rotazioni, anche se abbiamo solo due settimane per lavorarci”.

OraSì Ravenna – Tramec Cento  74-82 (15-14, 35-37, 51-64)

OraSì Ravenna: Tilghman 7, Berdini, Sullivan 15, Cinciarini 14, Gazzotti 2, Arnaldo, Denegri 12, Oxilia 12, Simioni 12,  Giovannelli NE,  Ciadini NE, Laghi. All.: Lotesoriere.

Tramec Cento: Zilli 11, James 15, Moreno, Ranuzzi 9, Barnes 15, Tomassini 9, Dellosto 8, Berti 2, Re NE, Gasparin 13, Guastamacchia NE. All.: Mecacci.

Più informazioni su