Quantcast

Consar Ravenna combatte ma si arrende 3-1 a Piacenza, ad un soffio dal tie-break

Più informazioni su

Esce a testa alta la Consar R.C.M. Ravenna da questa prima gara della nuova SuperLega. Contro una Gas Sales Bluenergy ambiziosa e di grande caratura tecnica, la formazione ravennate perde 3-1 ma se la gioca senza paura fino alla fine, mostrando buon approccio al match, capacità di restare in partita e qualche situazione di gioco in grado di innescare gli attaccanti per le conclusioni vincenti. Se ne giovano Klapwijk e Vukasinovic, che chiudono in doppia cifra, mentre è buono anche il debutto di Ljaftov, che firma 10 punti, con 4 ace, e un 50% in attacco.

I sestetti Ravenna in campo con Biernat e Klapwijk, Erati e Fusaro al centro, Ulrich e Vukasinovic in attacco, con Goi libero. Piacenza risponde con Brizard in regia, Lagumdzija opposto, Cester e Holt centrali, Recine e Rossard in attacco. Scanferla è il libero.

La cronaca della partita E’ buono l’impatto della Consar R.C.M. sulla partita. Goi e compagni duettano punto a punto con i padroni di casa, che trovano il primo allungo dal 9-8 al 12-8 costringendo Giombini, che sostituisce Zanini non ancora tesserato nel rispetto della norma sul doppio incarico, al time-out. E’ Ulrich a spezzare la serie emiliana con un provvidenziale attacco. Piacenza allunga (17-10) con tre punti consecutivi di Lagumdzija e incamera il set nonostante i tentativi di Klapwijk (4 punti per lui).

Per nulla sfiduciata, la Consar R.C.M. si ripresenta in campo con grande convinzione nel secondo set e con Ulrich e Vukasinovic si porta subito sul 2-0 e poi sul 4-2, un margine che i padroni di casa annullano con il punto del 7 pari di Lagumdzija. Qui Piacenza trova la corrente giusta per passare davanti e mandare Giombini al time-out sul 9-7. I padroni di casa allungano (15-10) e la panchina ravennate si gioca la carta Dimitrov. Ma è un buon momento per la Gas Sales Bluenergy ai cui attacchi Ravenna non riesce a trovare contromisure: si va sul 19-12. C’è il debutto anche di Ljaftov ma ormai Piacenza ha trovato la rotta giusta per arrivare al 2-0.

Equilibrio diffuso nel terzo set, che vede Ljaftov nello starting six ravennate al posto di Ulrich, fino alla prima accelerata della Consar R.C.M. che si porta sul 6-9 e costringe Bernardi al primo time-out. Vukasinovic firma il +4 (6-10). La squadra romagnola resiste al ritorno della Gas Sales attaccando con buona continuità e trovando in Vukasinovic e Klapwijk due incisivi terminali offensivi. Ravenna resta concentrata e strappa il terzo set con il quarto punto personale di Ljaftov.

Ravenna prova subito ad allungare anche nel quarto set (2-4), ma la reazione emiliana questa volta è pronta e porta al sorpasso (5-4) e allo strappo (9-6). La Consar R.C.M. ha il merito di non mollare un pallone. Klapwijk e Ljaftov riportano Ravenna a -2 (11-9), un margine che riesce a tenere fino alle battute finali. Erati firma il -1 (23-22) e Biernat a muro griffa la parità a quota 23, aprendo ad un appassionante finale, che Piacenza fa suo grazie a un errore al servizio avversario e all’attacco di Brizard.

Il commento di coach Zanini: “Le partite di esordio sono sempre difficili, a maggior ragione per una squadra nuovissima come la nostra totalmente ricostruita, con tante incognite, tante situazioni in cui manca l’intesa, la visione di giocare insieme, però usciamo da Piacenza con buone sensazioni. A tratti ho visto cose buone, una buona organizzazione di gioco, e si va via con un po’ di amaro in bocca perchè potevamo strappare il tie-break e lì vedere come finiva. Accettiamo il verdetto e cominciamo a pensare alla prossima partita”.

Consar Ravenna 2021-2022

Piacenza – Ravenna 3-1 (25-17, 25-17, 19-25, 26-24)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 5, Lagumdzija 21, Cester 5, Holt 10, Rossard 15, Recine 12, Scanferla (lib.), Stern, Antonov. Ne: Russell, Catania (lib.), Pujol, Tondo, Caneschi. All.: Bernardi.

CONSAR R.C.M. RAVENNA: Biernat, Klapwijk 15, Erati 6, Fusaro 5, Vukasinovic 11, Ulrich 6, Goi (lib.), Dimitrov 2, Peslac, Ljaftov 10, Orioli. Ne: Pirazzoli (lib.), Candeli. All.: Giombini.

NOTE: Durata set: 23’, 26’, 26’, 36’ tot. 111’. Piacenza (4 bv, 18 bs, 11 muri, 11 errori, 56% attacco, 56% ricezione, 41% perf.), Ravenna (7 bv, 16 bs, 3 muri, 12errori, 43% attacco, 40% ricezione, 30% perf.). Spettatori 621 per un incasso di 5303 euro. Mvp: Recine.

Più informazioni su