Quantcast

Trasferta difficile a Roseto per Raggisolaris Faenza

Più informazioni su

Una insidiosa ma anche stimolante trasferta attende i Raggisolaris, di scena domenica 24 ottobre alle 18 al PalaMaggetti di Roseto contro la Liofilchem, formazione costruita per puntare al salto di categoria e considerata tra le big del girone. Le due società non si sono mai affrontate in un impegno ufficiale e sarà quindi la prima volta che i faentini giocheranno al PalaMaggetti, uno dei palasport storici della pallacanestro italiana. Curiosità: il club rosetano è l’ultima squadra di serie A2 in cui ha militato il team manager dei faentini Simone Pierich, prima di trasferirsi ai Raggisolaris nel novembre del 2020.

La partita sarà trasmessa in diretta streaming su LNP Pass, la piattaforma a pagamento della Lega Nazionale Pallacanestro.

L’AVVERSARIO – Una nobile decaduta che ha sfiorato la promozione in A2 nella scorsa stagione e che in questa ha il miglior attacco del girone. Questa è in estrema sintesi la Liofilchem Roseto, altra formazione del girone C costruita per il salto di categoria. Gli abruzzesi sono reduci dal primo ko stagionale arrivato sul campo della Luiss Roma, mentre nelle gare precedenti avevano superato Senigallia in trasferta e Imola in casa. In Supercoppa invece la marcia si è fermata al secondo turno con Ruvo di Puglia (all’esordio era arrivata la vittoria con Teramo). La dirigenza ha scelto di proseguire sugli ottimi risultati ottenuti nello scorso campionato confermando quasi tutti i giocatori che a giugno hanno perso 3-2 la finale promozione contro Nardò (sono solo tre i volti nuovi), affidando però la guida tecnica a Danilo Quaglia, rosetano doc alla prima esperienza da capo allenatore.

La squadra ha davvero tante bocche di fuoco in ogni ruolo come confermano gli 83,7 punti di media segnati. Dallo storico capitano Valerio Amoroso, centro dalla lunghissima esperienza che viaggia a 10.7 punti di media, alla guardia serba Aleksa Nikolic, miglior realizzatore dei suoi con 17 punti di media, senza dimenticare le guardie Andrea Pastore e Antonio Ruggiero, veterano della categoria e a Roseto ad inizio carriera quando debuttò in A1. A questo gruppo di giocatori sono stati aggiunti altri cecchini come il playmaker classe 2000 Alfonso Zampogna (ex Vicenza, serie B) che segna 12.3 punti a gara e Mirco Turel, arrivato da Piombino. Il roster rosetano si completa con l’ala Alberto Serafini e il playmaker Edoardo Di Emidio e con gli under Riccardo Bassi (centro del 2001 arrivato a Cremona), Niccolò Gaeta (guardia 2003) e Alessandro Mariani (guardia 2003).

Quella di domenica sarà il primo confronto tra Roseto e Raggisolaris, mai incontratisi in un incontro ufficiale.

IL PREPARTITA – “Andiamo a Roseto consapevoli della nostra forza e pronti per giocare una gara difficile – afferma il primo assistente Simone Lilli – e ci presenteremo dopo una settimana di lavoro molto positiva. Affrontiamo una squadra completa in ogni reparto che si affida soprattutto alle giocate di Amoroso e di Ruggiero, coppia di grande esperienza. Altri elementi di valore sono Pastore, Turel e Nikolic, tutti e tre nel quintetto base, senza dimenticare i playmaker Di Emidio e Zampogna. C’è tanta voglia di riscattare le ultime due partite e sono certo che ci faremo trovare pronti”.

Simone Aromando

Più informazioni su