Porto Robur Costa 2030. La precisazione del club dopo la squalifica di coach Zanini e la multa ricevuta

Più informazioni su

Dopo avere appreso le sanzioni comminate dal Giudice Sportivo, che ha squalificato per una giornata il coach Emanuele Zanini e sanzionato il club con un’ammenda di 500 euro per il comportamento tenuto dal pubblico durante la partita Consar RCM-Itas di mercoledì 10, la società Porto Robur Costa 2030 precisa quanto segue.

Il club non ricorrerà contro la sanzione per il comportamento del pubblico né contro la squalifica inflitta all’allenatore. Nell’annotare che Emanuele Zanini, in oltre 500 partite internazionali in 18 anni di carriera, ha collezionato un numero di cartellini inferiori a quelli ricevuti nella solo gara di mercoledì scorso, auspica che la collaborazione tra staff tecnici e coppie arbitrali, necessaria per un sereno svolgersi delle partite nel pieno rispetto del fair play abituale e senza eccessi di protagonismo, sia sempre e doverosamente a doppio senso.

Infine, si ricorda la correttezza e l’esemplare sportività che da sempre contraddistingue il pubblico ravennate e pertanto risulta quanto meno sorprendente la multa comminata dopo la partita di SuperLega di ieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Samuele

    Premetto che la sconfitta della mia squadra non è dovuta a presunti errori arbitrali, in quanto solo nel secondo set c’è stata partita.
    Detto questo però vorrei sottolineare l’atteggiamento da protagonisti che hanno assunto gli arbitri sin dalle battute iniziali della partita.
    Non credo che in altri campi il Sig Cerra e la Sig.a Piana abbiano lo stesso atteggiamento che hanno avuto da noi l’altra sera.
    E non mi è sembrato che il pubblico sia stato eccessivamente agitato tale da meritarsi una multa. Si le proteste ci sono state e in un palazzetto dove i suoni rimbombano, puo’ essere che alcuni insulti si siano sentiti bene. In passato ho assistito a partite in campi ben piu’ caldi dove gli arbitri sono stati pesantemente insultati, ma non mi sembra che siano state combinate multe. Questo fatto mi rammarica, perchè il pubblico di Ravenna è composto quasi esclusivamente da famiglie ed appassionati. Ritengo quindi una ingiustizia la multa commissionata, comunque sempre forza Ravenna