Quantcast

Raggisolaris Faenza pronti per il match casalingo contro il Giulia Basket Giulianova

Più informazioni su

Turno infrasettimanale da non sottovalutare per i Raggisolaris, attesi mercoledì 8 dicembre, alle 18 dal match casalingo contro il Giulia Basket Giulianova, formazione in cerca di riscatto e reduce da otto sconfitte consecutive. I biglietti per la partita si potranno acquistare on line sul circuito Liveticket oppure il giorno della partita dalle 17 alla biglietteria del PalaCattani.

La settimana dei faentini, iniziata domenica scorsa a Imola con il derby contro l’Andrea Costa, terminerà domenica a Senigallia, gara in programma alle 18. Il 2021 dei Raggisolaris si chiuderà domenica 19 dicembre alle 18 a Jesi.

rekico Faenza 2021/22

 

L’AVVERSARIO

L’unico turno infrasettimanale della stagione, in programma mercoledì 8 dicembre, vede i Raggisolaris ospitare il Giulia Basket Giulianova, formazione in cerca di riscatto dopo un avvio di stagione pieno di alti e bassi. Gli abruzzesi non sono ancora riusciti ad esprimere tutto il loro potenziale nonostante i tanti giocatori di qualità di cui dispongono. Per dare una scossa all’ambiente, la dirigenza ha deciso di esonerare l’allenatore Maurizio Domizioli affidando la panchina a Stefano Foglietti che ha debutto domenica scorsa contro Teramo con una sconfitta casalinga.

Anche i Raggisolaris saranno molto motivati, perché l’obiettivo è di far diventare il PalaCattani un fortino inespugnabile dando continuità al successo contro la Sutor Montegranaro. I presupposti per una gara avvincente dunque non mancano. Nonostante la classifica, Giulianova ha tanto talento in ogni reparto, a cominciare dagli esterni con Matteo Motta e Olivier Giacomelli, ottimi tiratori e veri e propri cecchini in grado di cambiare il corso delle partite con le loro giocate, senza dimenticare il playmaker Michele Caverni, molto bravo a dirigere la squadra. Sotto canestro la coppia Giovanni Fattori – Gianluca Di Carmine garantisce punti e rimbalzi e già si preannuncia una agguerrita battaglia con i lunghi faentini.

Questi cinque giocatori sono gli unici senior del roster, dato che il Giulia Basket ha puntato molto sui giovani come dimostra anche l’ottima posizione della squadra nella classifica dell’impiego degli under. Molto affidabile è il trio formato dall’ala\pivot Luigi Cianci (classe 2000), dal play\guardia Francesco Buscaroli (2001) e dalla guardia Federico Bischetti (2002) bravi a dare minuti importanti entrando dalla panchina. Completano il roster il play Stefano Scarpone (2004) e la guardia\ala Shadi Nafeta (2002).

Giulianova e Raggisolaris si sono incontrate soltanto una volta nella stagione 2019/20 (quella interrotta a causa del Covid) e anche in quella occasione si giocò al PalaCattani a dicembre, ma pochi giorni prima di Natale. Quella gara è ancora nella mente dei tifosi per il Teddy Bear Toss, uno dei tanti eventi benefici organizzati dai Raggisolaris, che permise di raccogliere molti peluche poi donati ad associazioni benefiche.

IL PREPARTITA

“Giulianova verrà in casa nostra con l’obiettivo di ritornare alla vittoria – spiega coach Alberto Serra – e noi dovremo essere bravi ad imporre la nostra pallacanestro veloce ed intensa come abbiamo fatto con Montegranaro per rendere il match in discesa. Giochiamo sul nostro campo e non possiamo permetterci passi falsi, anche perché ognuno di noi vuole riscattare la partita persa con Imola. Mi aspetto una gara molto tattica nella quale dovremo essere bravi in difesa, perché Giulianova ha davvero tanti tiratori come Fattori, Motta, Caverni e Giacomelli, giocatori che riescono sempre a trovare la soluzione migliore. Come al solito tutto partirà dalla nostra fase difensiva, perché restando attenti e concentrati di conseguenza riusciremo anche ad essere distesi in attacco e a creare buone soluzioni offensive.

Fondamentale sarà poi non avere quegli alti e bassi mostrati con Imola dovuti alla troppa ansia che non ci ha permesso di seguire il piano partita. Bisognerà quindi pensare a noi stessi e ad avere sempre più fiducia in quello che facciamo, perché le qualità non ci mancano e lo abbiamo mostrato in più occasioni”.

 

Più informazioni su