Quantcast

Svelata la livrea 2022 del Team Gresini Racing per il campionato di MotoGP, c’è anche la partnership della Battipav di Cotignola

Un video introduttivo per ricordare Fausto Gresini (scomparso prematuramente a causa del Covid il 23 febbraio 2021), grandi ledwall, luci intermittenti e qualche battito di mani fuoricampo; inizia così la presentazione ufficiale del Gresini Racing Team che torna in MotoGP, sulle piattaforme online di diversi social e canali sportivi, tenutasi sabato scorso 15 gennaio.

Nadia Padovani, Team owner e moglie di Fausto, ha voluto ricordare quanto il sogno di tornare in classe regina sia stato voluto e sofferto nell’ultimo anno dal compagno, ma la “Gresini Family” ce l’ha fatta e rimetterà in pista due piloti italianissimi su due Ducati Desmosedici di Borgo Panigale: “Enea Bastianini avrà l’obiettivo di essere protagonista in ogni gara di MotoGP, mentre Fabio Di Giannantonio si potrebbe benissimo candidare come Rookie dell’anno” profetizza Nadia, che è commossa ma allo stesso elettrizzata di iniziare la nuova avventura.

Il responsabile marketing Carlo Merlini racconta come il progetto sia diventato realtà: “Non avevamo budget e sponsor, ma la voglia di farcela era primaria. Oggi infatti… siamo qui”. Quindi sponsor e budget e la quadratura del cerchio. Uno di questi sponsor – da sempre profondamente legato alla famiglia Gresini, soprattutto per i valori condivisi – è la Battipav di Cotignola, azienda a conduzione familiare fin dai primi anni ’80, che ha fatto della qualità italiana il suo portabandiera, con le macchine e attrezzature edili che esporta in tutto il mondo.

Una realtà di nicchia nel mondo dell’edilizia che si sta facendo riconoscere grazie a uno spirito imprenditoriale nuovo, ora impersonato dal Direttore Stefano Tondini: “Il pantone 2122 del Team Gresini, colore del cielo e del respiro, incontrerà il nostro arancione, simbolo di professionalità e di sincera energia. Non vediamo l’ora che inizino le gare per tifare di nuovo insieme sugli spalti” dichiara Tondini. L’obiettivo principale è di far vivere agli ambasciatori di Battipav nel mondo una esperienza sportiva indimenticabile all’interno dei Paddock e circuiti che costituiranno il programma del motomondiale 2022, anche se per la prima volta senza l’idolo di questo sport, Valentino Rossi.

Nel cuore della Romagna, Battipav partecipa al sogno di Fausto: condurre la sua Imola, Faenza, la Ducati di Bologna e due ragazzi italiani a essere di nuovo protagonisti sui circuiti di MotoGP.