Quantcast

ll basket di Ravenna in lutto per la morte di Maurizio Ioli, che ha vestito per 9 anni la maglia giallorossa tra gli anni ’70 e ’80

Più informazioni su

Il Basket Ravenna esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Maurizio Ioli, che ha vestito per nove anni la maglia giallorossa come giocatore tra gli anni ’70 e ’80. Riminese di nascita, Ioli è stato il primo non ravennate nella squadra guidata da coach Giorgio Brasini, fino ad allora composta solamente da giocatori della città.

“Maurizio era un ragazzo di grande umiltà, sempre disponibile a riconoscere il merito degli altri anche quando le cose le faceva lui – ricorda Brasini – Era un’ala piccola che all’occorrenza facevo giocare anche come lungo e, pur non dotatissimo dal punto di vista atletico, era il miglior rimbalzista della squadra grazie alla sua intelligenza cestistica e al gran senso della posizione. Generoso dentro e fuori dal campo, riusciva a dare sempre il suo contributo , pronto a dare una pacca a chi era giù o stava in panchina. I dialoghi tra lui e Drappelli mi riportano alla memoria lo spirito pungente, il sarcasmo intelligente di persone che erano più che amici e di un tempo che non c’è più”.

“Al fratello Luca, bandiera della pallacanestro giallorossa degli anni ’80, va il nostro più sentito abbraccio” si legge in una nota del Basket Ravenna.

Nella foto, il Basket Unione Sportiva Ravenna 1974-75, serie C. Maurizio Ioli è il terzo in alto a sinistra

Più informazioni su