Raggisolaris Faenza si prepara al ‘derby’ casalingo contro Rimini

Più informazioni su

È tempo di derby al PalaCattani. Domenica alle 18 i Raggisolaris ospiteranno la RivieraBanca Rimini, terza forza del campionato, che sta vivendo un ottimo momento dal lato fisico e tecnico come dimostra anche il terzo posto in classifica con due partite ancora da recuperare.

I biglietti si possono acquistare on line sul circuito Live Ticket fino alla palla due oppure domenica dalle 17 alle biglietterie del PalaCattani.

L’AVVERSARIO
Terza in classifica a due punti dal secondo posto e a sei dal primo con ancora due gare da recuperare. La RivieraBanca Rimini gode di ottima salute come dimostrano anche i risultati e sta dimostrando sul campo di essere tra le maggiori pretendenti alla serie A2, grazie ad un roster di qualità e con tanti giocatori dal lungo passato soprattutto nel secondo campionato nazionale. Altro importante dato è la vittoria ottenuta nell’ultimo turno con la Real Sebastiani Rieti, primo successo stagionale contro una delle dirette concorrenti al salto di categoria (le altre sono Roseto e Npc Rieti).

Oltre al lavoro di coach Matteo Ferrari che ha saputo nei mesi amalgamare un gruppo in gran parte rinnovato, è stato il rientro del play Andrea Tassinari a permettere di riequilibrare gli assetti tattici, assente nel primo mese di campionato causa squalifica per doping. Il regista ha confermato di essere un top player della serie B e sta inanellando alcuni ‘trentelli’ come quello contro Rieti dove ha segnato 32 punti diventando il terminale offensivo della squadra nei momenti più difficili. L’ex San Vendemiano sta viaggiando a 14.1 punti di media.

Tassinari è soltanto uno dei tanti ottimi giocatori nel reparto esterni dove spiccano il play Eugenio Rivali, atleta che non ha bisogno di presentazioni, la guardia Andrea Saccaggi (13.1 punti di media), micidiale tiratore e decisivo nel match d’andata contro i Raggisolaris, e due under che già si stanno ritagliando un ruolo da protagonisti: le guardie Borislav Mladenov, 22enne con già una lunga esperienza in serie B, e Alessandro Scarponi, classe 2004.

Altro terminale offensivo è l’ala Francesco Bedetti (10.5 punti) storica figura del club riminese come il capitano Tommaso Rinaldi, pivot dal lungo curriculum in serie A2. Insieme a lui sotto canestro giocano Stefano Masciadri e Marco Arrigoni (11.4 punti di media) che con Garelli vinse il campionato di serie B a Forlì nella stagione 2015/16. Senza dimenticare l’under Luca Fabiani, un 2002 che sta confermando il proprio valore anche in serie B.

I PRECEDENTI STAGIONALI
È stata Rimini ad aggiudicarsi il match d’andata grazie ad un ottimo secondo tempo che le permette di vincere 76-65. Quella di domenica sarà la sesta sfida tra le due squadre tra campionato e Supercoppa con i Raggisolaris che conducono 3-2.

IL PREPARTITA
“Rimini ha chiuso il girone andata tra le prime tre posizioni – spiega il Secondo Assistente Iacopo Monteventi – ed è di sicuro una delle squadre più forti del girone ed inoltre ha grandi ambizioni di salire di categoria.

Ha un roster ben costruito e molto lungo, con tante armi che ci possono fare male come il tiro da tre e il gioco vicino a canestro. La Rinascita Basket Rimini ha tanti giocatori con punti nelle mani come Saccaggi, bravo nelle conclusioni dall’arco, oppure lunghi d’esperienza che sanno farsi valere nel pitturato catturando rimbalzi e segnando punti come Rinaldi e Masciadri, entrambi con una lunga esperienza in A2, Arrigoni e Bedetti. In cabina di regia ci sono Tassinari e Rivali playmaker che sanno mettere in ritmo i compagni e far giocare la squadra in transizione.

Sono certo che anche in questa occasione il pubblico sarà la nostra arma in più e ci darà la spinta per giocare un’ottima partita”.

Più informazioni su