Tre medaglie per l’Istrice Ravenna ai campionati nazionali giovanili 2022

Ottimi risultati per gli arrampicatori della nostra provincia nel lungo weekend di gare che si sono svolte presso il Climbing Stadium di Arco, nel comprensorio del Garda trentino, in occasione della fase finale dei Campionati Italiani 2022 alla quale hanno partecipato circa 350 atleti in rappresentanza di ben 90 società sportive provenienti da tutta la penisola. Sugli scudi, in particolare, gli atleti dell’Istrice Ravenna che hanno raccolto ben 3 medaglie ed ottenuto numerosi altri piazzamenti di rilievo. Venerdì 21, in apertura di manifestazione, è stato subito il nazionale Ludovico Borghi a dipingere di giallorosso il terzo gradino del podio nella specialità Speed, categoria U18M, mentre sabato 22 è stato il turno di Caterina Pazzaglia e dell’altra azzurra Eva Mengoli rispettivamente seconda e terza ancora nella specialità Speed, categoria U16F. Sempre per quello che riguarda la Speed sono poi da menzionare il quarto e quinto posto di Alice Strocchi e Sara Arcozzi ancora nella categoria U16F e poi il quarto e quinto posto dei nazionali faentini della Carchidio Strocchi, Erica Piscopo (U20F) e Marco Rontini (U18M) entrambi reduci dalle fatiche del campionato Europeo che si è svolto la scorsa settimana ad Augusburg in Germania dove avevano ottenuto rispettivamente un quinto ed un secondo posto. Nella classifica a squadre gli ottimi risultati dei velocisti dell’Istrice portano il sodalizio ravennate al quarto posto tra le 90 società partecipanti, paradosso questo tutto da spiegare visto che a Ravenna non esiste una parete per l’allenamento della specialità Speed e la squadra, composta da una decina di atleti, si sobbarca, ormai da molti anni, quattro o cinque trasferte settimanali verso Bologna o Milano.

arrampicata sportiva

Per quello che riguarda invece la specialità Lead brillano il sesto posto del faentino Ernesto Placci (U18M), il settimo posto di Andrea Lidonnici (U20M) ed il nono posto di Sara Arcozzi (U18F) mentre resta per pochissimo fuori dalle finaliste Caterina Pazzaglia che raccoglie comunque un egregio dodicesimo posto e che si “consola” raggiungendo anche la finale nella specialità Boulder dove chiude con un ottimo sesto posto che le consente di acciuffare il quarto posto nella classifica finale individuale di combinata U16F. Da ricordare infine anche i piazzamenti di Nicola Grilli e Michela Guerra. Neanche il tempo di far scendere il sipario sui campionati italiani che si entra ora nel clou della stagione internazionale con l’imminente gara di Coppa Europa che si terrà il prossimo weekend a Mezzolombardo e poi con il Campionato del Mondo giovanile che si svolgerà in agosto a Dallas negli Stati Uniti per il quale si ripongono grosse speranze ed aspettative nei velocisti faentini e ravennati.

“I risultati di questi giorni e la consapevolezza di avere una squadra di velocisti che primeggia ormai da molti anni a livello nazionale ed internazionale ci rendono sempre più orgogliosi” ha dichiarato il presidente dell’Istrice Alessandro Vallicelli; “allo stesso tempo ci rattrista aver appreso di un nuovo stop, non sappiamo ancora se temporaneo o definitivo, al progetto di realizzazione della parete di allenamento Speed di Marina di Ravenna che dovrebbe mettere fine alle continue trasferte dei nostri atleti verso le città limitrofe per allenarsi. Ravenna ha dimostrato di meritare una struttura omologata, il cui progetto è stato donato dall’Istrice alla città già da diversi anni.”

Massimiliano Borghi