Quantcast

Si rinnova a Cervia il servizio di monopattini in sharing di BIT Mobility

Più informazioni su

È stato inaugurato un anno fa e viene rinnovato oggi a Cervia il servizio di monopattini elettrici in sharing gestito da BIT Mobility, con una novità: il servizio è stato esteso ad est fino alla SS16, a nord fino al confine con il Lido di Savio e a sud fino al comune di Cesenatico, città in cui l’azienda veronese avvierà il servizio entro fine giugno. I mezzi sono distribuiti in 25 hub con 10 BIT Point a tariffa normale e 4 BIT Point a tariffa scontata. A Cervia e Cesenatico la velocità è limitata ai 20 km/h mentre sul lungomare di Milano Marittima a 15 km/h.

Il servizio sarà disponibile tramite l’app BIT Mobility, sia in modalità “pay per use”, cioè in modo occasionale, pagando 1 Euro di sblocco iva inclusa e 0,15 cent/min a ogni noleggio. Per incentivare i cittadini all’uso del monopattino elettrico, è previsto un codice promozionale con il quale è possibile ottenere 15 minuti di corsa gratuiti. Per usufruirne basta inserire, all’interno della sezione Promozioni, il codice CERVIABIT.

Sarà inoltre possibile sottoscrivere tre formule di abbonamento (Mensile, Orario e Sblocchi):

  • UNBITABLE Monthly,l’abbonamento mensile pensato per chi ogni giorno compie la tratta casa-lavoro in monopattino e vuole poter contare su un’unica tariffa di 24,99 euro al mese; una soluzione che consente di beneficiare di 2 sblocchi al giorno (andata + ritorno) e di 60 minuti giornalieri.
  • Easy BIT, ideale per chi vuole concentrare l’uso in un’ora per fare tante commissioni a 3,99 euro.
  • UNBLOCK,pacchetti che consentono sblocchi giornalieri e settimanali per chi vuole essere libero di usare il monopattino in qualsiasi momento risparmiando: Daily, che offre sblocchi illimitati e 15′ gratuiti al costo di 3,99 euro per un giorno; Weekly, con sblocchi illimitati e 110′ gratuiti al costo di 10,99 euro per una settimana.

 

Molti i servizi previsti per promuovere il rispetto delle regole di circolazione e il corretto parcheggio del mezzo: innanzitutto il sistema di geolocalizzazione del mezzo in condivisione, che permette un controllo maggiore contro gli episodi di furto e vandalismo; aree di parcheggio obbligatorio; limitazioni di velocità gestite da remoto h24; monopattini di ultima generazione con doppio-freno, batterie intercambiabili e interfaccia vocale. Il controllo dei mezzi è effettuato sia dal personale in giro per la città sia da un servizio di sorveglianza.

L’interfaccia sonora dei monopattini BIT Mobility emette un segnale acustico ogni volta che vengono riscontrati movimenti del mezzo non autorizzati; qualora il monopattino stesse procedendo al di fuori dell’area di circolazione, la procedura prevede di far partire un segnale acustico (un campanello d’allarme) direttamente dal servizio di assistenza h24 che raggiunge l’utilizzatore. Nell’eventualità che costui continui la sua corsa, viene raggiunto direttamente al cellulare. La mancata risposta e il continuo proseguimento della corsa da parte dell’utente, fa intervenire direttamente le forze dell’ordine e chi di competenza.

Le prescrizioni di sicurezza prevedono l’uso obbligatorio del casco dai 14 anni ai 18 anni ed è vivamente consigliato anche per i maggiorenni. Obbligatorio inoltre il giubbino catarifrangente dopo il tramonto. E’ severamente vietato andare in due e il trasporto di materiali.

Il modello di monopattino è solido e ben equilibrato con ammortizzatore frontale. I mezzi sono dotati di un’ampia pedana di 20 cm e quindi confortevole e sicura poiché permette di posizionare i piedi per intero sulla stessa. Il cavalletto posteriore e stabilizzato, i cavi quasi completamente nascosti e sulla testa di ogni mezzo è affisso un adesivo con il numero di telefono del call center: questo è molto utile sia per gli utenti, sia per le forze dell’ordine che non hanno l’app e vogliono contattare l’assistenza nel caso in cui, per esempio, il mezzo sia parcheggiato in modo da creare pericolo o intralcio.

“Siamo felici che il Comune di Cervia abbia deciso di rinnovare il servizio e di estenderlo al Comune limitrofo. In quest’anno abbiamo registrato importanti risultati in questa città; solo nei primi tre mesi di attivazione del servizio sono stati oltre 7.000 gli utenti registrati e quasi 70.000 i chilometri percorsi, con un risparmio di 13 tonnellate di CO2. Speriamo quindi di replicare anche alla luce di questa importante novità. –  ha commentato Michele Francione, responsabile dello sviluppo operativo di BIT Mobility – Con il servizio attivo anche a Cesenatico, le due città diventano un’unica località con la possibilità di poter lasciare i mezzi noleggiati in uno dei due Comuni in quello limitrofo; in questo modo i nostri monopattini garantiranno una continuità territoriale per i cittadini e soprattutto per i turisti che potranno passeggiare sul lungomare in una modalità nuova”.

BIT Mobility è lazienda nata nel 2019 a Bussolengo, in provincia di Verona, attiva nel settore della sharing mobility, che si è posta la mission di ridurre la congestione del traffico e le emissioni di CO2 nelle piccole e grandi città italiane, offrendo una reale alternativa allautomobile che sia economica e rispettosa dellambiente. Presente in più di 20 città italiane, BIT Mobility mette a disposizione dei centri urbani una flotta di moderni monopattini in modalità di sharing economy. Si tratta di mezzi alimentati da energia elettrica, facilmente reperibili, semplici da usare grazie allapp dedicata, ideati per diventare una soluzione green e comoda per la mobilità urbana.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.