Quantcast

Ravenna. Un libro di Dino Mengozzi sul “corpo sacro” in politica attraverso i casi di Lenin e Alfredo Oriani

La storia si fa in biblioteca con la presentazione del libro di Dino Mengozzi, Lenin e Oriani: il “corpo sacro” del leader nelle religioni politiche del Novecento (Il Ponte Vecchio 2021). Si terrà venerdì 21 gennaio alle ore 17.30, presso la Sala Spadolini della Biblioteca di Storia Contemporanea “A. Oriani”, nell’ambito della rassegna InContemporanea. Il volume ripercorre, attraverso l’attenzione posta alla dimensione sacrale della politica, l’importanza del “corpo del capo” nella formazione del consenso intorno alle ideologie totalitarie del Novecento, alle le due grandi religioni politiche del cosiddetto secolo breve: fascismo e comunismo.

Un quadro in cui spicca la figura di Alfredo Oriani, arbitrariamente elevato da Mussolini a “precursore” del fascismo, intorno al quale il regime costruì un autentico culto sacrale, a cominciare dalla translazione delle spoglie del controverso scrittore romagnolo (morto nel 1909) in un sarcofago di pietra al Cardello, nel 1924. Lo stesso anno in cui a Mosca, significativamente, Stalin patrocinava l’imbalsamazione del corpo di Lenin, da poco scomparso, ponendolo in un mausoleo sulla Piazza Rossa, sotto una teca di vetro.

Il prof. Mengozzi, ordinario di Storia contemporanea e Storia sociale presso l’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, ne discuterà con il direttore della Fondazione Casa di Oriani Alessandro Luparini.

L’accesso alle iniziative è riservato ai possessori di certificazione verde rafforzata (super green pass). Per l’accesso e la permanenza nelle sale è obbligatorio l’uso della mascherina.

Per informazioni: 0544 30386; informazioni@bibliotecaoriani.it