Quantcast

Milano Marittima. Nel parco del MarePineta Resort si parla di donne con lo scultore Leonardo Lucchi e la scrittrice Silvia Gavino

Più informazioni su

Il parco del MarePineta Resort a Milano Marittima, sarà di nuovo palcoscenico per un appuntamento con l’arte sabato 17 luglio alle 18.30. Dopo il successo del dialogo con l’artista Leonardo Lucchi e la sua arte, questa volta il tema saranno le donne, la loro grazia, la loro bellezza e il loro coraggio.

La sensibilità di Leonardo Lucchi, scultore a confronto con quella di Silvia Gavino, giornalista del settimanale F e autrice del libro “Coraggiose”, edito da Cairo Editore.

“A pochi giorni dall’improbabile accostamento delle statue di Leonardo Lucchi al “bunga bunga” e reso possibile dalla voglia di Selvaggia Lucarelli di farsi “piacere” sui social, proprio lo scultore, autore delle opere apprezzate e acquistate da Berlusconi, è chiamato a parlare delle donne, delle loro qualità e di tutte le caratteristiche femminili che con grande maestria riesce a imprimere nei bronzi, terrecotte, cristalli e oro – commentano gli organizzatori dell’evento -. Quella del maestro è una continua ricerca e rappresentazione di bellezza e femminilità, grazia e sensualità, serenità e attimi di vita quotidiana. Eppure le donne di Leonardo, grazie alla loro dignità e forza, sanno essere amazzoni, capaci domatrici che agiscono e reagiscono;  sono donne evolutive e trasformative”.

A questa visione positiva e rafforzativa ci saranno le storie in parallelo di Silvia Gavino.  La giornalista-scrittrice ci accompagnerà alla scoperta di alcune delle sue 50 storie di donne speciali, donne coraggiose, misconosciute eroine della società civile; familiari di vittime della mafia, ribelli alla violenza domestica, ragazze in fuga dalla guerra. Queste ragazze di ogni età, scivolate negli abissi più bui e poi risorte, ci ricordano che da qualche parte, dentro di noi, abbiamo risorse straordinarie per rialzarci e che esistono modi, spesso silenziosi, di dare valore alla propria esistenza e di metterla al servizio degli altri.

Più informazioni su