LA POSTA DEI LETTORI / A quando un intervento in Via Trieste? Il manto stradale è impraticabile

Dopo aver visto apparire i cartelli che segnalano in degrado delle strade per radici, è pensabile che l'Amministrazione si possa occupare dello stato del tratto della viabilità dal Ponte Mobile al cavalcaferrovia sulla via Trieste?

Forse a qualcuno è sfuggito che praticamente tutto il traffico pesante da e per il porto (con camion che trasportano carichi di 400-500 qli) passa quotidianamente ed ora il manto stradale è ridotto in condizioni quasi non praticabili. A quando una presa di visione ed un intervento?

02/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Mi sembra che lasciare le strade in quelle condizioni sia la cosa più giusta per incentivare il turismo delle nostre spiagge avanti così!!! Non parliamo poi di passare di lì con una moto o addirittura con uno scooter si rischia di volare per terra ogni dieci metri!!!
02/04/2019 - Franco
forse lo rifaranno poco prima delle elezioni.....i soldi li hanno spesi tutti per installare i box, la sicurezza stradale si fa con quelli non con la manutenzione delle strade. aspetto con ansia le prossime comunali... un po' di attesa ma arrivano
02/04/2019 - Stefano
Per non parlare della strada del ponte mobile che ormai ha finito l'asfalto ed ovviamente anche li passano centinaia di tir al giorno,
02/04/2019 - M.C.
Da tanto tempo di chiede che al traffico del porto sia vietata via Trieste, dalla liberalizzazione del pedaggio sul ponte mobile il traffico è insopportabile e non dono mancati incidenti. Inoltre probabilmente molti camion superano la portata ammessa sul cavalcavia della Classicana, chi controlla nessuno, in caso di crollo del cavalcavia nessun colpevole i cartelli c’erano. Via Trieste è una strada turistica che hanno fatto diventare portuale, riportiamola turistica
02/04/2019 - Marino
Concordo, ma forse lei non è mai passato sulla Romea Nord e in altre strade; è la città che è da sistemare e riasfaltare, non un'unica via. Ma i ns. soldi come e dove vengono spesi?
02/04/2019 - D.
penso che ogni cittadino Ravennate può lamentarsi anche di un solo metro quadrato di manto stradale che ha davanti a casa o che pesta per recarsi al lavoro oppure a scuola. Fatto sta che chi comanda non ha interesse di spendere i nostri soldi in PROFESSIONISTI e/o materiali meno scadenti....si continuerà per altri 100 anni a chiudere buche con asfalto freddo in sacchi e badile. Per fare cassa ed aggiustare la città, iniziate a multare chi parcheggia selvaggiamente e ostruisce strade dove Bus e Ambulanze fanno fatica a transitare....ma non 30 euro....alzate a 300!!! in meno di un mese saltano fuori i soldi per Via Trieste.....e per Agosto si chiude il traffico per riasfaltare!!!
02/04/2019 - solita musica
Speriamo presto. Inoltre non si capisce perché abbiano rifatto l’asfalto da Marina solo fino al cavalcavia e non fino alla rotonda del ponte mobile!
02/04/2019 - Claudio
Ma che asfalto!! La sicurezza si fa con gli autovelox e i cartelli! ...A proposito quelli su via Stradone sono lì da una vita e sono pericolosissimi per chi passa a piedi o in bicicletta,in pratica ti costringono a spostarti in mezzo alla strada!!
02/04/2019 - Andrea
Vogliamo parlare anche dei numerosi mezzi pesanti che transitano in viale Europa??? Sono tutti autorizzati???
02/04/2019 - Zeus
Perché non utilizzare i detentori del reddito di cittadinanza e munirli di secchietto di sabbia per riempire le buche ? Ognuno avrà un buchetto da gestire e potrà dargli anche un nome : buca Pino, buca Gigino ecc ecc
02/04/2019 - Andrea
Vergogna! via trieste impraticabile, file kilometriche nelle rotonde diacenti al ponte mobile causa traffico pesante che non transita obbligatoriamente per la classicana che è sempre deserta, manto stradale da terzo mondo, sono stati fatti interventi pessimi e sono rimaste buche per andare a Marina, mi vergogno di essere un ravennate, aspettiamo interventi urgenti nella mobilità e nella manutenzione delle strade, oppure aspettiamo come al solito il gravissimo incidente prima di intervenire ? non vorrei che vada a finire come il palazzetto dello sport...Antony
02/04/2019 - antonio
Il comune ha incassato l'anno scorso più di un milione di Euro al mese con le multe. Sarebbe ora di spendere qualcosina per le buche nelle strade? Poi noto che non si parla dell'autovelox distrutto dalla rabbia popolare, dev'essere una notizia un po' fastidiosa o sbaglio?
02/04/2019 - Giovanni lo scettico
Perché riasfaltare, basta mettere più autovelox!!!
03/04/2019 - Alberto
X il traffico pesante si potrebbe fare un ponte da zona porto verso la Romea < sito a piacimento > terreno ce ne è ... o tornare alle vecchie battane con un camion alla volta ... così si regola il traffico ; si crea lavoro ( magari dare appalti lavori a ditte Ravennati ) e si impegnano persone . Antonio Zanzi
03/04/2019 - Antonio Zanzi
Dissuasori di velocita' naturali, a costo zero, cosi' non vi lamentate dei troppi rilevatori di velocita' e relative multe. In piu', nella migliore o peggiore, dipende dai punti di vista, delle ipotesi..creano lavoro..ed aumento del pil.
03/04/2019 - italo
Nuovo asfalto? Ma non era venuta dal Popolo Sovrano la richiesta di chiudere l'impianto presente perché "faceva puzza"?
03/04/2019 - Maurizio Ricci
x signor MARIO ma dove l ha visto lei l asfalto fatto fino al cavalcavia, oo passo spesso ma non ho visto niente.
03/04/2019 - Mario
Via Trieste non è la sola strada mal ridotta c'è : il marciapiedi di Via Fiume Montone Abb:to che anche inclinato verso la strada e il marciapiedi lato ex cinema Moderno sconnesso :Qui c'è la fermata autobus perciò....ma credo che il vecchio detto "Non c'è miglior sordo di chi non vuol sentire" sia la miglior "qualità" di questa giunta e....chi vive sperando muore...quelle di cane non mancano quasi mai perciò....
04/04/2019 - giovanna
Il manto stradale tra in via Trieste e via Monti, fra la rotonda Belgio, rotonda Finlandia e il cavalcavia di via Trieste è in condizioni indecente. Ci sono buche profonde e tratti estremamente dissestati. Con l'inizio della stagione balneare il traffico di biciclette e motorini aumenterà in maniera massiccia e la probabilità di cadute e incidenti crescerà enormemente. E' difficile non considerare l'amministrazione ravennate esente da responsabilità in una tale situazione! Occorre intervenire quanto prima!
06/04/2019 - ANGELO CELLINI
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.