Quantcast

Manifestazione del M3V a Ravenna. I no vax al Sindaco: “la vera vergogna è il comportamento del Governo”

Dopo la manifestazione dei no vax in Piazza del Popolo a Ravenna sabato 10 aprile – oltre 200 persone, molte senza mascherina e senza rispettare il distanziamento, con la presenza a quanto risulta anche di militanti del Movimento 3V da fuori Ravenna – c’è stata la durissima presa di posizione del sindaco della città Michele de Pascale: “Proprio ora che la nostra regione sta per tornare in zona arancione, soprattutto grazie ai pesanti sacrifici fatti dalle imprese, dagli studenti e da tutti i cittadini ravennati – ha detto il primo cittadino – dobbiamo assistere ad una vergognosa manifestazione di no vax, i quali, spostandosi apposta anche da Bologna e da altre province, si sono assembrati senza mascherine nella nostra piazza, nel totale spregio delle normative anticontagio, generando anche diversi problemi di ordine pubblico”.

Per Michele de Pascale ciò è “inaccettabile e vergognoso. L’atteggiamento di queste persone è un insulto ai tanti imprenditori, studenti, lavoratori, famiglie che da ormai mesi patiscono una situazione gravosa di disagi e privazioni che ha portato ad una crisi economica e sociale senza precedenti. Non contesto il diritto di manifestazione, nelle settimane scorse, anche a Ravenna, si erano svolte alcune manifestazioni organizzate da associazioni per la tutela del diritto allo studio e in difesa della scuola nel totale rispetto delle normative anticovid, con attenzione al distanziamento e all’uso di mascherine. Oggi invece siamo davanti a questa gravissimo spettacolo di mancanza di rispetto per le regole e per tutti coloro che stanno attraversando le tante difficoltà di questo momento”.

Al Sindaco risponde il Movimento 3V Ravenna contestando integralmente le sue parole. Secondo i no vax “la vera vergogna è il comportamento di un Governo che nasconde ai cittadini tutti gli incartamenti in merito alle decisioni del “fantomatico” CTS… (che) impone regole assurde, spesso contraddittorie e in netto contrasto con la Costituzione. Vogliamo ricordare al primo cittadino che manifestare il proprio dissenso è sinonimo di democrazia. Che pur non condividendole, abbiamo richiesto il rispetto delle regole più volte. – si legge nella nota – Che il nostro movimento è sempre restato nella legalità avendo tutti i permessi in regola. Che lo spostamento per ascoltare i nostri relatori è “garantito” anche in questo periodo e, che l’insulto ai tanti imprenditori, studenti, lavoratori, famiglie che da ormai mesi patiscono una situazione gravosa di disagi e privazioni che ha portato ad una crisi economica e sociale senza precedenti è dovuto a scelte opinabili da parte del governo composto dai suoi colleghi di partito. Continueremo a manifestare il totale disaccordo con le politiche restrittive del Governo e la crisi democratica a cui assistiamo da troppo tempo” conclude il Movimento 3V Ravenna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto

    La vera vergogna,è che ci siano ancora dei trogloditi,come loro

  2. Scritto da Manuela Miserocchi

    Pur non essendo no Vax ritengo piu che legittimo il vostro atteggiamento la gente si deve rendere conto che siamo in una dittatura di sinistra che non tenta nemmeno più di celarsi. GLI extracomunitari sono completamente ignari delle strategie della politica e per questo fanno comodo. Speriamo che i candidati della destra siano veramente persone che non hanno né hanno mai condiviso niente con i partiti di sinistra. Altrimenti veramente non ci resta altro che migrare in Portogallo Albania Tunisia Canarie ecc.

  3. Scritto da agi62

    Troppo tempo nei social e il cervello se ne va in pappa…

  4. Scritto da Piemme

    Sig.a Miserocchi se vuole trovare la vera dittatura e vuole andarsene dall’Italia perché ci vive male vada ad esempio in Turchia…., (chi sta male e ha sempre da lamentarsi perché non se ne va?) sempre secondo me a tutti quelli che sono andati in piazza non hanno nessun parente da piangere morto di covid. E’ un insulto nei confronti di tutti i morti e delle loro famiglie e di tutti coloro che rispettano le regole per non contagiarsi. L’errore è stato permettere la manifestazione, se ti permettono di farla è ovvio che succeda ciò che si vede nella foto. CHE SCHIFO

  5. Scritto da Giovanni lo scettico

    Gentile Manuela, mi faccia capire: dove comanda la destra le cose vanno meglio? In Lombardia le vaccinazioni vanno a palla e ci sono stati pochi morti? La prego, smetta di dire sciocchezze.

  6. Scritto da Ermes

    Se è vero che l’assembramento favorisce la sopravvivenza del virus, mi sorge una domanda:

    “è più probabile che venga ricoverato prima qualcuno di loro (per auto contagio) oppure qualcuno di noi per “Orchite Indotta”(da 14 mesi di questa menata).

    …. e non hanno ancora capito che la colpa è NOSTRA!!!!!!!!

  7. Scritto da Ba

    Vede cara Manuela in dittatura un articolo come il suo non veniva nemmeno pubblicato, lei non sa cosa è una dittatura. Le persone come lei sono libere di andarsene quando vogliono, nessuno le trattiene

  8. Scritto da Lucio

    V’offro velocemente verdetto veritiero: voialtri vera vergogna.

    (Tautogramma in V)

  9. Scritto da batti

    sig. miserocchi si spieghi meglio non ho capito. preciso in non sono per l obbligo vaccinale. ma quando tutti quelli vaccinati non si possono mischiare coi quelli no. quindi si dovrà fare un provvedimento su questo