Fortunale del 28 giugno: giovedì 3 agosto il Comune ringrazia i volontari con una cerimonia pubblica

Fortunale del 28 giugno: giovedì 3 agosto il Comune ringrazia i volontari con una cerimonia pubblica

Insieme al sindaco Michele de Pascale, il prefetto Francesco Russo e il Governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. Sarà anche l'occasione per fare il punto sugli aiuti richiesti alla Regione

La cerimonia pubblica che si terrà domani, giovedì 3 agosto, alle 18 ai giardini di via Santi Baldini è un evento voluto dall’amministrazione comunale per ringraziare tutti coloro che ad ogni livello e a vario titolo hanno contribuito a fronteggiare l’emergenza e a ripulire e risistemare la città durante il fortunale del 28 giugno e nelle giornate successive.

 

Le avversità meteorologiche che hanno eccezionalmente colpito Ravenna in quella giornata hanno infatti registrato la mobilitazione delle istituzioni pubbliche attraverso il Centro operativo comunale (COC) e il Centro operativo misto (COM), convocato dal Comune di concerto con la Prefettura,  ma anche delle associazioni di volontariato di protezione civile, delle cooperative sociali dei richiedenti asilo e di singoli cittadini, che hanno operato in maniera coordinata e sinergica, consentendo alla città una ripresa rapida ed efficace.

 

Alla manifestazione, coordinata dal sindaco Michele de Pascale e dall’assessore alla Protezione civile Gianandrea Baroncini, parteciperanno sia il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, sia il prefetto di Ravenna, Francesco Russo.

 

Il programma prevede alle 18 l’accoglienza degli enti pubblici che hanno gestito COC e COM, le associazioni di volontariato di protezione civile, le cooperative sociali gestori dei richiedenti asilo; alle 18.15 sono in scaletta gli interventi del sindaco Michele de Pascale, dell’assessore alla Protezione civile Gianandrea Baroncini, del prefetto di Ravenna Francesco Russo e alle 18.45 quello del presidente della Regione, Stefano Bonaccini; alle 19.15 verranno consegnati gli attestati di ringraziamento ai rappresentanti degli enti pubblici di COC e COM, delle associazioni di volontariato di protezione civile e delle cooperative sociali gestori dei richiedenti asilo, che hanno dimostrato, oltre a competenza e professionalità, altruismo e spirito di cittadinanza attiva a disposizione della collettività.

 

Ma l’evento costituirà anche l’occasione per fare il punto sulla situazione relativamente agli aiuti richiesti alla Regione e alla dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza di quelle eccezionali avversità meteorologiche.

 

A meno di un mese dai disastrosi eventi, il Comune di Ravenna ha già fatto il punto sui danni materiali ed economici che ne sono derivati al patrimonio pubblico e provveduto a inviare alla Regione la richiesta di contributo secondo la normativa vigente. Ne è scaturito un elenco articolato, che comprende interventi urgenti già eseguiti o ancora in corso e ammontanti a circa 1milione 550mila euro per il patrimonio pubblico.

 

Sono stati altresì conteggiati dal Comune i danni subiti dai privati (cittadini e imprese) attraverso le schede di ricognizione da loro inviate, per una somma di oltre 3 milioni 900mila euro. A questo proposito è bene precisare che le segnalazioni inviate sono state prodotte esclusivamente ai fini della ricognizione prevista dalla legge ma non costituiscono riconoscimento automatico di eventuali contributi a carico della finanza pubblica per il ristoro dei danni subiti.

 

02/08/2017

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Prima di ringraziare bisognerebbe finire i lavori. Arrivare a Punta Marina e vedere ancora le radici degli alberi sradicati ad accogliere i turisti è un cosa pessima.. senza contare che al di la dell'estetica sono anche pericolose. Mi sembra l'ennesima occasione per spendere soldi inutilmente... per ringraziare sarebbe bastato finire il lavoro. Anche perchè mi sembra proprio un ringraziamento "dall'alto" quando l'amministrazione dovrebbe essere al pari del cittadino e al suo servizio non un "Padre" che da il premio al figliolo per un lavoro ben fatto...
03/08/2017 - Erika
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.