Angeli del fango. Da Ravenna volontari in aiuto alle popolazioni alluvionate nel bolognese

Angeli del fango. Da Ravenna volontari in aiuto alle popolazioni alluvionate nel bolognese

Per tre giorni hanno spalato fango, svuotato appartamenti, cantine e garage. Sono i volontari di alcune delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile di Ravenna che, nei giorni scorsi, sono stati impegnati a Castelmaggiore e Argelato, in provincia di Bologna, in aiuto delle popolazioni colpite dall'alluvione in seguito all'esondazione del fiume Reno.

Per tre giornate, al 4 al 6 febbraio, i volontari di R.C Mistral Protezione Civile, Pubblica Assistenza di Ravenna, Associazione Zarlot e Guardia Costiera di Ravenna, si sono rimboccati le maniche, indossato stivaloni di gomma e riempito cariole di fango. Hanno aiutato a svuotare appartamenti e cantine, invasi da acqua e terra.

"Quando è arrivata la richiesta da parte della Regione Emilia Romagna e dal Coordinamento di Protezione Civile, ci siamo subito attivati - spiega Falvia Sansoni, Segretario generale della Rc Mistral - e subito c'è stata la disponibilità dei nostri volontari, 8 tra uomini e donne. Ogni giorno, al mattino, partivano da Ravenna e tornavano al sera, ovviamente distrutti dalla stanchezza. Là collaboravano ad interventi di pulizia e bonifica, coordinandosi con le realtà locali, andando oltre le proprie specifiche competenze - prosegue la Sansoni -. Partecipare a questo tipo di attività è sempre un'esperienza particolare. Essere là fa la differenza, perchè solo così le persone che vivono l'emergenza non si sentono abbandonate. La cosa importante in queste situzioni è collaborare, condvidere gli obbiettivi e le modalità. E così è stato. Sono molto orgogliosa dei miei ragazzi: per alcuni di loro è stata la prima volta. Ora la fase emergenziale è passata - conclude la Sansoni - ma se servirà, saremo ovviamente disponibili a ripartire". 

 

08/02/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Vorrei far presente alla testata e alla signora sansoni che durante l'emergenza erano coinvolte molte altre associazioni di Ravenna e provincia, e tutte gestite, mistral compreso, dal coordinamento provinciale... É ora di finirla di farsi pubblicità lei e altri alle spalle di molti altri volontari.. Grazie della comprensione
08/02/2019 - Iome
Vorrei precisare che noi volontari siamo della Guardia Costiera Ausiliaria.
08/02/2019 - Roberto
Caro Iome, Si parla di volontari di Ravenna. Naturalmente è sottinteso che non solo Ravenna ha fornito volontari. Antonio Brandi
08/02/2019 - Antonio Brandi
caro antonio brandi, probabilmente lei non conosce la "storia" del mistral.....
08/02/2019 - FRA
Siamo alla solite polemiche inutili , credo che ogni associazione possa scrivere di se, perché Non lo fate. Complimenti al Mistral che mette sempre tanto impegno.
08/02/2019 - Giusy
Scusate ma ci rendiamo.conto che stiamo criticando del perché è stata nominata un associazione e del perché nn le altre? Cioè io credo che voi che criticate l'articolo state offendendo a 360° ogni forma di volontariato, voi che battibeccando come bambine capricciosa offendere quei poveri volontari che lasciando a casa mogli, mariti, figli corrono x unirsi e aiutare dove c'è bisogno.....nn capito mai questi leoni da tastiera...... bravi un applauso a chi apre bocca x dare aria seduta sul divano... complimenti complimenti a ogni singolo operatore volontario che ha dato piena disponibilità... complimenti a voi.che siete ancora UMANI e con il sorriso muovete le mani,nn x criticare su una tastiera, x per riaccendere la speranza a chi ha bisogno. Beppe da Ravenna
08/02/2019 - Beppe
Ma gli articoli li leggete fino infondo oppure leggete solo quello che vi pare? Mi sembra che parlino di più di un associazione! Ma se volete far polemica come al solito fate pure!
08/02/2019 - Miriam sitta
Il sig Antonio Brandi conosce poco purtroppo la storia mistral....
08/02/2019 - Siamonoi
Come al solito fa tutto il Mistral e le altre associazioni non fanno niente e’ ora di prendersi il merito di tutto e di tutti..... caro Antonio ti ricordo che l’emergenza e’ gestita dal coordinanamento provinciale di RAVENNA non dal mistral....
08/02/2019 - Iome2
Bravi, bravi TUTTI, indipendentemente da dove venite e chi siete !!!
09/02/2019 - bilancia
Una doverosa precisazione: il mistral (e tutte le associazioni di protezione civile) NON ha alcuna autonomia ne operativa ne decisionale tutto, e ripeto TUTTO, viene gestito attraverso il Coordinamento provinciale delle associazioni di protezione civile ed inoltre, la regione Emilia Romagna NON fà nessuna chiamata diretta alle associazioni comunali come appunto il mistral. Questo significa che durante le emergenze ci sarà un coordinamento centrale che gestisce i volontari e non saranno le singole associazioni si muovono in autonomia, come invece si potrebbe evincere dal comunicato del mistral. L’emergenza nel bolognese ha coinvolto volontari di TUTTE le associazioni della provincia di Ravenna, non solo quelle citate. Tutto ciò per trasparenza e chiarezza.
09/02/2019 - Marcello
Scusate la mia ignoranza funzionale....all'emergenza hanno ovviamente partecipato numerose associazioni di volontari provenienti da diverse città della Regione. Ora mi spiegate perché una testata giornalistica che parla di Ravenna e notizie inerenti alla città di Ravenna dovrebbe parlare di altre associazioni di volontariato del territorio. Perché se questo è il razionale, allora dovevano essere citate anche le associazioni di città come Cesena, Forlì, ecc. Il volontariato è una preziosa risorsa collettiva, e ne parlo per esperienza personale, soprattutto professionale. Quindi coloro che sono capaci di trovare del marcio anche in queste positive cronache della mia città, sono a mio avviso, soltanto dei poveri leoni da tastiera. È palese, dal momento che vengono citate persone per nome, l'esistenza di diatribe personali. Bene, invece di polemizzare qui, parlate personalmente con coloro con cui avete problemi che fate più bella figura. Bravissimi tutti gli "angeli del fango"
09/02/2019 - Cattivella
A me sembra chi si firma IOME parli solo per invidia o ripicca. Io non conosco la storia dei Mistral ma so ciò che fanno e credo siano una colonna portante della protezione civile naturalmente assieme a tutte le altre associazioni di protezione civile del coordinamento di Ravenna. Grazie ai volontari di tutta la provincia. Claudio
09/02/2019 - Claudio
Le solite ed inutili polemiche....come possiamo pensare di provare a risolvere i problemi del nostro bel paese quando siamo capaci di “litigare”per un articolo di un giornale online sul volontariato?.....Mah......cmq grazie a tutte le associazioni e a coloro che hanno portato aiuto alle popolazioni alluvionate del bolognese
09/02/2019 - Giorgio
Polemica sterile e penosa che la dice lunga sul senso dinteressato e altruistico con cui certi elementi affrontano il volontariato
09/02/2019 - Duemme
...chissà quanti tra coloro che difendono il mistral hanno lo conoscono e/o hanno mai fatto volontariato... sarebbe bello saperlo, perché i “leoni da tastiera” secondo me sono proprio lì ...
10/02/2019 - Marco
Caro Iome,Fra e Siamonoi se non avete il fegato di scrivere i vostri nomi nel fare polemica, potete anche astenervi e anche io, coem il signor Antonio Brandi, non conosco la storia del Mistral. Invece di fare allusioni vogliate spiegarcela anche a noi, visto che siete tanto saputelli! Grazie. Attendiamo notizie per nostra informazione. Di nuovo grazie.
10/02/2019 - riky r.
Io non so chi sia che si nasconde dietro a pseudonimi e non mi interessa saperlo,ma vorrei far capire loro che, con i loro interventi,non accreditano Mistral ma se stessi e il volontariato in generale e questo è molto sbagliato....
10/02/2019 - Fiorenza
@ riky, brandi etc etc... questo è solo un accenno della storia ... http://www.ravennanotizie.it/articoli/2014/10/17/la-posta-dei-lettori-da-volontari-della-protezione-civile-a-sfollati.html
11/02/2019 - FRA
e con questo? caro Fra, ed ancora non ti hai fatto capire chi sei, come in tutte e dico tutti i circoli le associazioni, sia sportive che non, ed io ne ho fatto e ne faccio ancora parte se non c'è qualcuno che diriga va tutto a catafascio! Facciamo una assemblea dei soci tutte le volte che c è da prendere una decisione? ma va!! d'altra parte siamo liberi di andare o di restare e quindi voi avete scelto di andare, nessun problema, ma il livore che è in voi sta a dimostrare che non sapete stare in gruppi, associazioni ecc. e siete buoni solo di trovarvi per mangiare e sputare sentenze fra di voi. Cordiali saluti.
11/02/2019 - riky r.
L' articolo vuole evidenziare l' ASPETTO UMANO dell'emergenza .. Lo scopo, NON era illustrare dettagli su come viene attivata un'emergenza o di come funziona la Prot.Civile e cmq, Flavia S. ha specificato subito da dove ha origine la richiesta di volontari... Inoltre, Ravennanotizie, parla della CITTÀ e di ciò che le appartiene...mi pare normale pubblicizzare solo le proprie associazioni e chissà che qualcuno non decida di farne parte !! Poi è chiaro che ogni Associazione può essere soggetta a critiche ma quelle finora espresse, per come sono fatto io, mi sembrano solo chiacchiere da bar di scarso interesse e con la sola intenzione di gettare fango ...
11/02/2019 - Marco Alici
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.