Violenza. Rifiuta le avances di un uomo in discoteca e lui ubriaco la colpisce in faccia: arrestato

Violenza. Rifiuta le avances di un uomo in discoteca e lui ubriaco la colpisce in faccia: arrestato
Foto di repertorio

Una notte in discoteca in uno dei locali più famosi e frequentati della zona faentina, si è conclusa con una brutale aggressione ai danni di una 46enne di Marradi, che aveva rifiutato le avances di uno sconosciuto. Al termine delle indagini dei Carabinieri, sono scattate le denunce per due lughesi violenti.

La vicenda risale all’anno scorso, quando due coppie di amici provenienti dalla zona di Marradi, avevano deciso di trascorrere la serata presso una discoteca di Castel Bolognese. Nell’arco della serata, le due amiche, tra cui la 46enne vittima di aggressione, si erano allontanate dai rispettivi accompagnatori per fare due passi, finendo così nel mirino di uno sconosciuto che, complice il tasso alcolico elevato, aveva cominciato a rivolgere ad entrambe dei complimenti molto pesanti.

Secondo la versione riferita in un secondo tempo ai Carabinieri, le due donne avevano subito dimostrato di non gradire le attenzioni dell’uomo, che a quel punto, invece di desistere, ha iniziato nei confronti della 46enne un corteggiamento insistente e sgradito. A nulla è servita la precisazione della donna di essere accompagnata, in nessun modo è riuscita ad allontanare il 33enne, che ha continuato ad importunarla anche in presenza del compagno, il quale a sua volta ha intimato all'importunatore di smetterla.

Per evitare che la situazione degenerasse, le due coppie di amici hanno deciso di lasciar perdere e di andare via dalla discoteca, ma appena il 33enne ha intuito le loro intenzioni, si è avvicinato alla 46enne afferrandola per il collo, dopodichè le ha sferrato un pugno in pieno volto. La donna, tramortita, è anche andata a sbattere contro la vetrata di ingresso del locale.

A quel punto, c’è mancato poco che la questione finisse in una rissa, infatti i compagni delle due donne hanno preso le difese della vittima, invece in aiuto del lughese è arrivato un amico che, a sua volta, ha strattonato la 46enne. In seguito sono intervenuti due addetti alla sicurezza della discoteca che a fatica sono riusciti a trascinare fuori dal locale i due aggressori.

Di lì a poco è sopraggiunto un equipaggio del nucleo radiomobile di Faenza, inviato sul posto dalla centrale operativa del 112 che ha ricevuto numerose telefonate dagli altri avventori della discoteca. I carabinieri, individuati i due aggressori che stavano per allontanarsi con l’auto, sono riusciti ad identificare il 33enne autore dell’aggressione ed il complice 36enne, entrambi di Lugo.

La vittima intanto è stata accompagnata in ospedale a Faenza, dove le sono state diagnosticate una contusione al setto nasale ed al labbro superiore con prognosi di cinque giorni, poi a seguito di ulteriori esami diagnostici si sono aggiunti anche problemi cervicali, che alla fine hanno fatto salire la prognosi fino a 72 giorni complessivi.

Dalle indagini si è poi occupata la Stazione Carabinieri di Castel Bolognese che per ricostruire tutte le fasi della vicenda ha raccolto le testimonianze delle persone coinvolte insieme a quelle di molti testimoni che avevano assistito all'aggressione. Attraverso le fotografie dei due aggressori mostrate alle persone convocate in caserma, i militari dell’arma hanno potuto definire le responsabilità dei due lughesi, denunciandoli entrambi per “lesioni personali aggravate in concorso”.

16/05/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Tipico esempio di piccoli e infidi uomini che credono di poter avere il predominio sulle donne considerate oggetti da maneggiare a proprio insindacabile giudizio.
16/05/2018 - maria teresa
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.