La scomparsa di Isotta Roncuzzi Fiorentini: una vita per il mosaico

La scomparsa di Isotta Roncuzzi Fiorentini: una vita per il mosaico
Isotta Fiorentini Roncuzzi al centro

È venuta a mancare, all’età di 91 anni, la professoressa Isotta Roncuzzi Fiorentini, per tutti i suoi allievi un punto di riferimento solido e costante. La ricordano Marcello Landi a nome del Consiglio Direttivo dell'Associazione Dis-ORDINE, Felice Nittolo per l'associazione Culturale niArt Gallery di Ravenna e SBC Edizioni Ravenna.

 

 

"Nella sua ampia attività da ricercatrice è riuscita, fin dagli Anni ’50 a fare del mosaico la sua dedizione. Già presente come consulente tecnica nel corso dei restauri dei mosaici di San Vitale aprì sulla città una nuova disciplina che la resero famosa in tutto il mondo: lo studio delle tecnologie del mosaico sia antico che contemporaneo con il testo Arte e Tecnologia del Mosaico, primo di numerose altre pubblicazioni. - scrive Marcello Landi - L’indimenticato libro, ancora attualissimo, affronta in maniera completa tutte le problematiche legate all’arte e alla tecnologia dell’arte musiva. Già consulente del CNR ha collaborato con numerosi Istituti Culturali e Accademie internazionali e ha esercitato il suo magistero presso l’Istituto d’Arte per il Mosaico, il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti di Ravenna dove si sono formati quei mosaicisti e restauratori che oggi insegnano presso le scuole di mosaico più importanti del mondo."

 

"È stata promotrice e curatrice dei Corsi di Istruzione Superiori ospitati alla Casa Matha di Ravenna dove, ogni anno, riusciva a far incontrare artisti a dibattere sulle problematiche del mosaico. Furono le sue numerose relazioni internazionali a suscitarle l’idea di inventare l’Associazione Internazionale Mosacisti Contemporanei che riuscì nei suoi primi anni di attività a lasciare un segno tangibile sulla città ideando e progettando il Parco delle Pace animato da mosaici realizzati da alcuni dei maggiori artisti e mosaicisti del XX secolo. Recentemente, durante un breve incontro le è stata consegnata la tessera onoraria n° 1 della neonata Associazione Dis-ORDINE dei Cavalieri della Malta e di Tutti i Colori - ex allievi e docenti delle scuole d’arte di Ravenna, in segno del determinante e autorevole contributo per affermare Ravenna Città del Mosaico nel mondo."

 

"Ci ha lasciato ISOTTA FIORENTINI RONCUZZI colei che insieme al GRUPPO MOSAICISTI poi cooperativa ha fatto la storia del mosaico del novecento a Ravenna. - scrive Felice Nittolo - L'associazione culturale niArt, insieme a tutti i mosaicisti , ai docenti di tutte le scuole di mosaico di Ravenna e del mondo, partecipano con grande dolore alla sua scomparsa. Figura conosciuta in tutto il mondo! Autrice di molti testi sul mosaico e la sua tecnologia, Fondatrice dell'Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei (AIMC) studiosa, appassionata, insegnante per anni all'Istituto Statale d'Arte per il mosaico "G. Severini". Formò centinaia di giovani che oggi in tutto il mondo praticano il mosaico."

 

"La scomparsa della Professoressa Isotta Roncuzzi Fiorentini è una grande perdita per la cultura e l’arte ravennate che priva la nostra città di un sicuro punto di riferimento nell’educazione e nella storia del mosaico. La Casa Editrice SBC edizioni, con il presidente Brunello Cavalli insieme ai suoi collaboratori Pietro Barberini, Osiride Guerrini e Elisabetta Vitali che fu sua allieva, esprimono il loro dolore e le condoglianze alle figlie e al fratello Arnaldo Roncuzzi, imparegiabile amico e maestro per la conoscenza della geografia e dell’ingegneria idraulica del territorio romagnolo." 

23/11/2016

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
la tua dolcezza e la tua tenacia rimarranno indelebili nei ricordi di tre generazioni di mosaicisti, sta a noi far si che i tuoi insegnamenti rimangano punti saldi per le prossime. Ciao Isotta
24/11/2016 - jack feste
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.